Seconda parte…
“Il relativismo sul piano intellettuale ha estenuato la capacità della nostra volontà libera. Se io nego una verità che mi precede, che mi giudica, dentro la quale io dimoro, inevitabilmente anche la mia volontà libera diventa inconsistente, non diventa più capace di volere un bene; di volere un bene definitivo, perché un bene definitivo non esiste. Il relativismo genera l’inconsistenza della volontà. ”
“L’ideologia per difendersi ha solo un mezzo: l’attacco e l’insulto. ”
Suor Lucia: «Padre, non abbia paura! Verrà un momento in cui la battaglia decisiva di Satana con Cristo sarà il matrimonio e la famiglia. Ma non abbiate paura: la Madonna gli ha già schiacciato la testa».

paolabelletti

Intervista a Sua Eminenza il Card. Carlo Caffarra, 13 maggio 2015

Pubblicata su http://www.lacrocequotidiano.it/abbonarsi-ora, il 28,29,20 giugno 2015

papafrancescoecaffarra

Seconda e ultima parte

Un fronte decisivo dove si giocano le sorti di questo nuovo modello che intende imporsi è proprio la lingua, il linguaggio. Non più attaccato alla realtà ma dissimulatore, manipolatore della realtà. Siamo all’estremo opposto della adaequatio rei et intellectus di S. Tommaso. Alcune cose non si possono più dire: guai a dire “utero in affitto” in tv! È la GPA, Gestazione per Altri. E non è commercio, è altruismo. Guai a dire che due persone dello stesso sesso non possono avere figli perché per procreare servono un uomo e una donna.. Molti rispondono con un’arroganza pseudoscientifica: “non è vero bastano uno spermatozoo e un ovocita” e soprattutto sembra che “basti l’amore”. (questo misconosciuto..). Guai a dire che esiste un mercato di gameti maschili e femminili, che peraltro non si trovano in una teca ma bisogna estrarli dalle persone…

View original post 2.920 altre parole