Belle queste frasi:
“la verità nella carità, ma per carità la verità!”

“due modi di pensiero antropologicamente opposti: il primo vive dell’illusione che eliminando il sofferente si possa eliminare la sofferenza, il secondo invece nel rispetto più totale della preziosità della vita umana, senza guardare alle dimensioni dell’essere umano ma solamente al suo valore, cerca di prevenire le malattie, cerca di curarle, cerca di limitare i danni fisici e psicologici del malato e delle famiglie, cerca di lenire la sofferenza fisica e psicologica, forte dell’assunzione di tre metodologie per affrontare la sofferenza umana: prevenire, curare, lenire il dolore”.

E ora, scegliamo e scegliamo il bene!

Mienmiuaif - Mia moglie ed io

“Bendessa” di Cecilia McCamerons

“Butteresti via tuo figlio solo per un cromosoma in più?”

All’interno di un gruppo Facebook di mamme si parlava di aborto e, in un post in cui si accennava alla possibile soppressione di un feto con sindrome di Down, io ho scritto questo.

Apriti cielo. “Ognuno in propria coscienza deve essere libero di fare le sue scelte”, “non ti puoi permettere di giudicare”, “ma che termini usi? il bambino non lo butti via”, “con te non prenderei nemmeno un caffè”, “farà lei le sue scelte secondo coscienza”, “parli così perché sei sicuramente ignorante”, “è una sua scelta che avrà preso in coscienza”… Ecco l’idea delle risposte alla mia domanda.

Non so perché ma certi atteggiamenti, certe risposte non me le aspetterei da una donna, e perciò mi colpiscono di più. La mia “me” incazzosa manderebbe a quel paese tutti dopo i primi commenti denigratori, mentre quella ipertrofica…

View original post 529 altre parole