Non esiste alcuna sacralità culturale, né uno “ius culturae” calato da chissà quale cielo. La “diversità culturale” è generalmente un bene: ma come tutti i beni ha bisogno di limitazioni e di regole razionali. Per quanto mi riguarda il rispetto per una “cultura” non può essere automatico, né dato a priori, ma se e solo […]

Le “culture” non sono sacre, né tutte uguali, né tutte “da rispettare a priori”